Il Comitato Marcia Stop Pesticidi, riunito in assemblea il giorno 16 febbraio, esprime solidarietà e sostegno al gruppo di Susegana e CHIEDE alla Regione e alle Autorità Competenti di vietare la coltivazione della vite e di colture ambientalmente impattanti nelle aree edificabili declassificate a destinazione agricola o a parco, poste all'interno di zone residenziali e limitrofe ai centri abitati”.
( Votato all'unanimità dalla Assemblea)

Il Comitato Marcia Stop Pesticidi invita tutti i cittadini a scegliere un Capodanno "pesticidi free"! Per i nostri cenoni e per il brindisi augurale, scegliamo cibi e vini naturali e biologici ! Mandaci una foto del tuo Capodanno "pesticidi free". Scarica e stampa il cartello.  >>    SCARICA IL FILE DA STAMPARE (PDF)

pesticidi free

Il Forum Stop Pesticidi, riunitosi a Pieve di Soligo domenica 10 dicembre in occasione del Terra Madre Day, INVITA tutti i gruppi che sostengono la Marcia STop Pesticidi ad aprire una riflessione comune per una nuova cultura alimentare che, partendo dalla lotta ai pesticidi e a tutte le produzioni nocive, favorisca la formazione  di Comunità Alimentari Locali formate da produttori e da cittadini.
Il Forum indica come punti di partenza per una azione politica, culturale ed economica questi cinque punti:
1- Agricoltura Biologica e naturale
3- Alimenti stagionali.
2- Filiera corta.
4- Meno carne aiuta l'Ambiente.
5- Stop imballaggi.

Il Forum INVITA tutti i contadini e i produttori locali a dare vita ad una Rete Contadina di coordinamento e di solidarietà

Il Forum INVITA tutti i gruppi a partecipare allo sviluppo della Comunità Alimentare Locale con l'obiettivo di sostenere la produzione di cibo biologico locale, di supportare i produttori e le loro imprese e di incentivare gli scambi diretti nel mercato locale.

Pieve di Soligo, 10 dicembre 2017

FORUM SUL TEMA : Le Comunità alimentari locali

 “Penso che abbiamo raggiunto il momento in cui tutti i cittadini devono impegnarsi nella questione del cibo. I contadini sono molto importanti perché producono, ma lo sono anche coloro che mangiano. Dopotutto il 75% delle malattie più diffuse proviene da cibo cattivo. E’ il momento per tutti i cittadini di unire le forze con i piccoli contadini locali, biologici creando comunità alimentari. Né il contadino può perdere il suo stile di vita, né il consumatore può perdere la sua salute. Entrambi devono lavorare ad un progetto comune di democratizzazione del cibo”. (Vandana Shiva)


Il Comitato Marcia Stop Pesticidi lancia un appello a tutte le realtà che sostengono la Marcia Cison Follina  affinchè si apra una riflessione comune per una nuova cultura alimentare che, partendo dalla lotta ai pesticidi e a tutte le produzioni nocive, favorisca la formazione  di Comunità Alimentari Locali formate da produttori e da cittadini.


Proponiamo come punti di partenza per la nostra azione politica, culturale ed economica questi cinque punti:
1- Agricoltura Biologica e naturale
3- Alimenti stagionali.
2- Filiera corta.
4- Meno carne aiuta l'Ambiente.
5- Stop imballaggi.


Esistono, anche nel nostro Territorio, diverse realtà contadine che producono cibo per il consumo locale e che tenacemente provano a resistere e a crescere nonostante il costante e inquietante dilagare della monocoltura del Prosecco che sta occupando sempre più suolo agricolo.
A questi contadini e a queste aziende guardiamo con fiducia, riconoscenza e speranza.
Vogliamo capire cosa succede oggi nel Mercato, quali sono le condizioni in cui lavorano e quali i progetti “in campo”.  Con loro, con tutti i cittadini coscienti, con le forze sociali e Istituzionali del Territorio vogliamo aprire il percorso per la formazione della Comunità alimentare locale.
 
 APPUNTAMENTO DOMENICA 10 DICEMBRE A PIEVE DI SOLIGO
Casa delle Associazioni. Via Battistella 1 

Programma:
ore 10,30 Inizio lavori e  assemblea.
Ore 12,30 – Pranzo sociale a base di cibo biologico locale stagionale.
Quota per il pranzo €.10 per gli adulti, Gratuito per i bambini .

Comitato Marcia Stop Pesticidi


Prenotazioni 3481587879  email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segui su Facebook  gli aggiornamenti > @marciastoppesticidi 

Con la sottoscrizione del documento costitutivo si è formalmente costitutito e Revine Lago, il 29 giugno 2017, il Comitato Marcia Stop Pesticidi.
Il Comitato è l’insieme dei volontari che  condividono il documento costitutivo e  partecipano individualmente alla promozione e alla organizzazione, annualmente, della Marcia Stop Pesticidi Cison Follina, secondo i principi ispiratori che sono:  l'applicazione del principio di precauzione, il potenziamento di tutti gli strumenti di controllo e salvaguardia del territorio, l'eliminazione degli incentivi economici alle produzioni intensive, il sostegno all'agricoltura naturale e biologica e la costituzione di biodistretti, nel rispetto della biodiversità.
Il Comitato ha come organo sovrano e decisionale l’Assemblea dei volontari.
L’obiettivo che proponiamo a tutti i sostenitori è di riunire 50 soci volontari per la prossima Marcia 2018
Apriamo quindi a partire dai prossimi giorni una campagna di adesione in tutto il territorio. Chi vuole aderire  come volontario al Comitato può presentare una richiesta ai Copresidenti, via email o direttamente a voce. Sarà poi l'Assemblea a deliberare e ratificare le adesioni.
Il Comitato istituirà un libro soci, nonché un libro dei verbali delle riunioni.
Il Comitato istituirà un proprio archivio per tutti i documenti, gli atti e le deliberazioni.
Tutti i volontari sono informati sulle attività generali ed in particolare sulla convocazione delle riunioni, tramite la rete mail del Comitato e il Bollettino del sito.
Il Comitato utilizza per la comunicazione il proprio sito internet (marciastoppesticidi.it ) e la pagina facebook

> DOCUMENTO COSTITUTIVO

 

IL SINDACO DI FOLLINA HA TENTATO DI NASCONDERE LA MARCIA!

Il percorso della Marcia, imposto dal Sindaco,  ha di fatto relegato in strade secondarie un grande fatto di democrazia, escludendo che lo stesso potesse transitare nei luoghi deputati storicamente alla partecipazione popolare, come la piazza principale del paese.
Si tratta di un fatto grave, che non sappiamo se imputare a sciatteria o malafede e comunque rappresenta una ferita al diritto di partecipazione di tutti i cittadini.

Il percorso richiesto (blu)  che da Cison, avrebbe dovuto raggiungere il Parco Wipfeld a Follina lungo la Provinciale, passando per l'Abbazia, e qui attraverso la Piazza, fino al Parco, è stato invece dirottato lungo un tragitto (arancione) per strade secondarie, viottoli di campagna, e dulcis in fundo, fatto passare per una entrata di servizio della Casa di Riposo fino al Parco Wipfeld.

 

 

Il percorso imposto dal Sindaco ha confinato la Marcia in mezzo ai campi.



Il percorso imposto dal Sindaco ha costretto la Autoambulanza di supporto al corteo ad  una manovra sulle aiuole per passare dalla entrata di servizio del Parco

 

Il Sindaco di Follina ,in modo unilaterale, ha imposto un percorso della Marcia che ha messo in difficoltà il passaggio di cittadini disabili e con difficoltà di deambulazione.

L'intervento della Prefettura che ha "imposto" al Comune, con lavori dell’ultima ora, che il percorso fosse transitabile in sicurezza da parte dei cittadini normodotati non è servito ad evitare che la parte del corteo composta da mamme con i passeggini e cittadini disabili in carrozzina sia  stata costretta , con il consenso degli agenti di Polizia presenti, a passare per il percorso "vietato" lungo la provinciale per un lungo tratto di strada,  per poi ricongiungersi al resto della manifestazione. 

 

 

Risulta singolare e curioso che si sia utilizzata la  concomitanza con una gara ciclistica per giustificare il percorso imposto.
Mettere in contrapposizione un evento sportivo con una manifestazione è giuridicamente insostenibile e politicamente scorretto.
Il diritto a manifestare è un diritto costituzionale indisponibile e restringibile solo per gravi motivi di ordine pubblico. 
Inevitabilmente gli eventi sportivi, seppur significativi hanno e debbono avere una tutela di rango inferiore.

Il carattere strumentale delle decisioni del Sindaco risulta evidente dal fatto che la gara ciclistica è iniziata almeno un’ora dopo la conclusione della manifestazione e dopo almeno 2 ore dal termine del corteo e ciò nel rispetto degli orari comunicati dagli organizzatori dell’evento sportivo al Sindaco. Dunque è chiaro non vi era alcun rischio di sovrapposizione dei due eventi

Chi deve chiedere scusa a chi ?
E' il Sindaco di Follina che dovrebbe chiedere scusa a bambini e disabili per il trattamento loro riservato!

 



 

La Marcia Stop Pesticidi ha segnato un grande passo avanti del movimento grazie ai tremila cittadini e alle 120 organizzazioni che hanno raccolto l'appello del Comitato a manifestare per lanciare insieme, un grido di allarme sui pericoli della monocoltura tossica e un messaggio di speranza per una nuova agricoltura ecologica.
L'Abbazia di Follina è entrata nei cuori di migliaia di uomini e donne come simbolo di un rapporto giusto e fraterno con la Natura e il Creato.
La Marcia continua! Fino a quando i nostri territori non saranno liberi dai veleni noi saremo vigili e attivi. Grazie a tutti.  La Marcia continua! 

 

La Marcia sostiene la Campagna ICE (Iniziativa Cittadini Europei) e la Coalizione Italiana STOP GLIFOSTATE

La Coalizione si impegna a portare un milione di firme alla Commissione Europea per sollecitare il divieto del glifosato.

La grande mobilitazione pubblica che si è sviluppata lo scorso anno ha evitato che l’uso del glifosato venisse permesso nei prossimi 15 anni sui campi italiani ed europei. Ora si tratta di andare avanti fino alla messa al bando totale del pericoloso pesticida.

Al Parco Wipfeld di Follina, dopo la Marcia,  sarà presente un banchetto di raccolta firme


TUTTE LE INFORMAZIONI SUL SITO >


 

La Marcia ricorda Adriano Rizzoli, un eroe civile che nel suo Trentino si è speso con passione e impegno  per tutta la vita per la salute dei cittadini e per l'Ambiente.
A ricordare Adriano Rizzoli sarà la figlia Anna che interverrà alla conclusione della Marcia al Parco Wipfeld di Follina

Da leggere>  Adriano Rizzoli, un eroe civile (L'Adige)

La Marcia ha reso onore alla memoria di Andrea Zanzotto al termine della manifestazione, con la recita della poesia "Natura".
Il testo della poesia è leggibile sul sito del Sole 24 ore> LEGGI LA POESIA

Marcia Stop Pesticidi – Cison Follina COMUNICATO STAMPA

 

Domenica 28 maggio si terrà la prima Marcia Stop Pesticidi con partenza da Cison di Valmarino (TV) e conclusione a Follina, Comune delle Prealpi Trevigiane, sede della secolare Abbazia di Santa Maria davanti alla quale il corteo terrà un momento di incontro e raccoglimento per poi proseguire fino al Parco cittadino, dove a conclusione della Marcia sono previsti alcuni interventi delle Associazioni che, per prestigio e meriti, sono diventate i riferimenti prioritari del Popolo Stop Pesticidi: ISDE (Medici per l'Ambiente), PAN Italia (Pesticide Action Network, nodo italiano delle Rete europea di azione contro i pesticidi) e l' associazione contadina A.VE.PRO.BI (Associazione Veneta dei Produttori agricoli biologici e biodinamici).


La marcia è patrocinata da ISDE, PAN ITALIA e dal Comune di Revine Lago (TV) che sarà presente con il proprio Sindaco affiancato dai rappresentanti dei Comuni di Feltre, di Limana e di Belluno. A livello nazionale hanno già aderito la Coalizione Italiana STOP Glifosato, WWF Italia e Greenpeace Italia. La Marcia è sostenuta da oltre un centinaio tra gruppi, associazioni, reti e movimenti, attivi nel territorio, chi da anni e chi da qualche mese, che aderiscono per manifestare la preoccupazione popolare per la dilagante occupazione dei suoli da parte della “industria del prosecco” e per la sempre più invasiva presenza di trattamenti chimici e di sintesi.


Nata da un Appello promosso da alcuni gruppi e reti locali delle provincie di Treviso e Belluno, la “Marcia dei Cittadini” si presenta come una manifestazione popolare, libera e aperta a tutti, senza caratterizzazioni di partito.

Questi i punti centrali dell'Appello:


INVITIAMO LA COMMISSIONE EUROPEA
a proporre agli Stati membri l’introduzione di un divieto di utilizzare glifosato, a riformare la procedura di approvazione dei pesticidi e a fissare obiettivi di riduzione obbligatori al livello dell’UE per quanto riguarda l’uso dei pesticidi.

 

CHIEDIAMO A GOVERNO, REGIONE E COMUNI

-di applicare il principio di precauzione vietando l'utilizzo dei pesticidi, intesi come molecole di sintesi, attivando controlli e sanzioni idonee;

-di potenziare tutti gli strumenti di controllo e salvaguardia del territorio per evitare sbancamenti, deturpazione del paesaggio e possibili discariche abusive;

-di togliere gli incentivi economici alle produzioni intensive;

-di sostenere l'agricoltura biologica e la costituzione di biodistretti, nel rispetto della biodiversità e delle tipicità tradizionali locali;

 

La Marcia si svolgerà con qualsiasi condizione meteo con questi orari :

ORARI
Ore 10- Raduno presso la Rotatoria di Cison.
Per i parcheggi fate rifermento ai Volontari presenti e alle indicazioni.

Ore 10.30 Partenza della Marcia (corteo) dalla rotatoria di Cison di Valmarino (TV)

Ore 11,30 - Passaggio davanti alla Abbazia di Follina

Ore 12,00/12,30 - Conclusione presso il Parco Wipfeld.
Il Parco è ombreggiato, dotato di acqua potabile, giochi per bambini e servizi igienici.

 

Comitato Marcia Stop Pesticidi

Per Adesioni, email a marciastopQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per contatti: 348.1587879
Seguici su Facebook @marciastoppesticidi
Tutte le informazioni sul sito www.marciastoppesticidi.it